Così i Critici hanno scritto

ffff

 

"[...] Ogni artista porta dentro di sé il fardello dell' esser solo, sentimento a volte caro, perchè permette una riconciliazione, un dialogo con il proprio essere, con gli altri, e con l' Altro. Peke Sacchero non sfugge a questa legge, e diventa anzi predominante nelle sue opere il senso di solitudine positiva che si fonde in simbiosi con una profonda meditazione. I cui colori attingono a una dimensione puramente introspettiva e spirituale, piuttosto che dalla tematica, delle sue opere. Del resto la natura e le sponde del Lario, che gli offrono sempre nuovi spunti, sono solo il pretesto per aprir

Alcuni Critici dell'Arte hanno scritto del Maestro Peke Sacchero.

Recensioni:

 

I lavori di Pietro Sachero descrivono paesaggi a lui cari, filtrati dalla sua sensibilità romantica e pervasi dalla luce calda del ricordo.Opere che cinvolgono emotivamente l'osservatore rendendolo partecipe dell'intensità di sentimenti che intimamente lo pervadono. Vedute pesaggistiche dove la natura rivela tutto il suo splendore in armonia con le creazioni artitectoniche dell'uomo, realizzate nel rispetto del suo delicato equilibrio. nelle sue vedute vengono esaltati i toni primaverili la luce diventa protagonista e avvolge il tutto con toni caldi e vivi. La solida formazione artistica di Pietro Sacchero si esprime nella capacità di operare con la tecnica a olio, in una duttilità di stile che riporta ai grandi movimenti pittorici di fine Ottocento, quali l'impessionismo. Egli delinea i contorni di un mondo innondato di luce, la sua sensibilità pervade il quadro catturando lo sguardo dell'oservatore con la magia di atmosfere coinvolgenti e dense di richezza emozionale.

Prof. PAOLO LEVI

 

 



[...] La pittura è il campo del suo agire e diviene il territorio privilegiato dove le cose tornano, al di là del vivere quotidiano, ad avere un senso". 

STEFANIA CAROZZINI 
Milano - New York 

"[...] Acqua, aria, cielo, terra, i quattro elementi appartengono alla pittura di Peke Sacchero in modo esistenziale , profondo e vengono liberati in una espressione tecnica, sapiente e suggestiva [...]" 

EUGENIA SERAFINI 
Roma 

"[...] L' atto creativo dentro la vita, la scelta operata con l' uso e il gioco delle tecniche, sono affidate al gioco-intuito, che non può tradire l' aspettativa dell' osservatore, sempre in attesa di accadimenti emotivi [...]" 

ALFREDO PASOLINO 
Parigi 

"[...] Artisticamente Peke Sacchero è riconosciuto come il "pittore della natura". Una definizione facilmente comprensibile osservando i suoi quadri, l' artista infatti rappresenta, grazie all'uso sapiente dei colori accesi e intensi: su tutti , i rossi e i gialli, i fenomeni naturali, lo scorrere delle stagioni e la natura che muta attorno a sé. Nella sua opera ricorrono spesso, ampie vedute di paesaggi naturali quasi sempre privi, a un primo sguardo, di soggetti umani le cui fisionomie spuntano quasi per magia e improvvisamente, dall' intreccio dei color [...]" 

FABRIZIO BARABESI 
Como (La Provincia) 

"[...] Ogni artista porta dentro di sé il fardello dell' esser solo, sentimento a volte caro, perchè permette una riconciliazione, un dialogo con il proprio essere, con gli altri, e con l' Altro. Peke Sacchero non sfugge a questa legge, e diventa anzi predominante nelle sue opere il senso di solitudine positiva che si fonde in simbiosi con una profonda meditazione. I cui colori attingono a una dimensione puramente introspettiva e spirituale, piuttosto che dalla tematica, delle sue opere. Del resto la natura e le sponde del Lario, che gli offrono sempre nuovi spunti, sono solo il pretesto per aprire il canale, a volte socchiuso per molti, del dialogo col divino.[...]"

FILIPPO ROSSI
Firenze ( La Nazione).

 

Alla base dell'indagine visiva di Pietro Sacchero c'è una grande conoscenza del mondo contemporaneo. 
Oltre l'accademica figurazione e i perbenismi di massa si sviluppa un arte, quella del Maestro Sacchero che ha il preciso compito di comunicare sensazioni vere all'astante. 
I cromatismi delle sue rappresentazioni si rifanno alla pittura classica dei primi 800 per distaccarsene per le tematiche trattate. 
La luce è la grande protagonista di ogni sua rappresentazione. 
Luce dunque come emblematica visione di un positivismo creativo. 

                                                                  Dott. Salvatore Russo

 

L'artista ha immortalato sulla tela immagini di sublime poesia tradotta in pittura dove si intuisce il grande talento di Pietro Sacchero attento allo studio della natura e del paesaggio lacustre. L'autore ci propone uno scenario ricco di gamme colorate, ben miscelate tra loro e modulate nelle varianti del chiaro scuro. Si tratta di un'opera incantevole dove l'artista ha una preparazione e una notevole abilità tecnica, che rivela al meglio la sua personalità in espansione.


 

 

L'opera descrive uno splendido scorcio di Villa Olmo sapientemente rappresentato da Pietro Sacchero artista colto e raffinato che affida le proprie sensazioni visive ad un’arte decisamente accattivante.I suoi paesaggi, pur riproducendo minuziosamente la realtà dei luoghi, non sono mai privi di una fantasiosa e romantica interpretazione,che tuttavia non gli impedisce di seguire con grande attenzione ciò che accade, non solo intorno a lui, ma addirittura nel mondo.

 

                                        - Antonio Castellana

 

 

Vi e' qualcosa di profondo nelle opere di questo artista che non si accontenta di rappresentare la realta' peraltro con particolare maestria, ma talora la trasfigura trasmettendo a volte ottimismo, talaltra pessimismo, in questo caso la grandezza delle forze della natura superiori all' essere umano e lo spettatore ne e' coinvolto e forse affascinato.

- Marco Van Duck

 

   
 


           ALBA SU COMO

Un'opera ben gestita nel rapporto armonico dell'insieme dei piani compositivi. Questo attesta la capacita' dell'artista di un pronunciamento competente. Ne deriva una visione di impatto romantico di richiamo manzoniano. Bellezza del paesaggio e forza della natura qui sono dolcemente rese ed appagano la vista e i sensi in modo benefico.

 

                                               - Bulfarte

IL MONDO DELLA CULTURA HA VOLUTO OSANNARE LA SUA ARTE CON QUESTO PREMIO ATTRIBUITO ALLA CAPACITA',  ALLA SENSIBILITA' E ALL'ANIMO DI UN ARTISTA MAESTRO DEI COLORI; LA SCENOGRAFIA DELLE SUE OPERE, E' UNA IDILLIACA RAPPRESENTAZIONE DEI MUTAMENTI CLIMATICI CHE NON SEMPRE L'ESSERE UMANO HA LA FORTUNA DI SCORGERE NEI CIELI, ELLA SA COGLIERE COSI' ENFATICAMENTE I CLORI  DEI NEMBRI CHE SI SUSSEGUONO NEI TRAMONTI INFUOCATI, SEMBRA OPERA DI ENTITA' SUPERIORI CHE LA AFFIANCANO E GUIDANO LA MANO.

UN RICONOSCIMENTO DATO ALLA SENSIBILITA' DI UN ARTISTA INTERNAZIONALE E CHE L'ITALIA HA L'ORGOGLIO DI AVERE.

 Sergio Serradifalco

 

 

 

LA SELEZIONE DEL SUO OPERATO IN OCCASIONE DI QUESTO PRESTIGIOSO PROGETTO, ATTESTA IL VALORE DELLA SUA RICERCA STILISTICA NEL PANORAMA ARTISTICO CONTEMPORANEO.

l A SUA PRESENZA E' CONFERMA CHE LA CREATIVITA' E' UNA DELLE PIU' INPORTANTI  FORME DEL SAPERE.

 

 

VITTORIO SGARBI

 

 

  Un Maestro del colore, che anticipa le luci, i bagliori di un alba che deve ancora sorgere, di un tramonto che è sul finire.

  Maestro della luce che ne conosce i gesti e le movenze, che riesce a seguirne la danza con destrezza, riuscendo ad imitare i suoi passi.

  le ambientazioni di Pietro Sacchero evocano una memoria antica, una memoria fatta di luoghi che non esistono più, o che se ci sono ancora, sono cambiati seguendo l'incessante caducità del tempo.

  Eppure il suo talento gli permette di dipingere in un modo così sensibile, da poter fermare il tempo per le cose, per la natura che sembra non appassire mai.

  I suoi occhi curiosi e la sua mente brillante collaborano dando vita ad un gesto pittorico intenso e significativo, che si avvale  di una poetica dell'immagine romantica, drammatica nel suo essere struggente nella sensazione di malinconia che ogni scorcio evoca.

  Uno stile amabile che rispecchia un talento sincero ed autentico, una conoscenza degli strumenti e della materia tali da stupire anche nell' era delle Avanguardie, dove quasi non stupisce più nulla.

 

SANDRO SERRADIFALCO

 

 

Fulgido e raggiante, il tramonto, si riflette nelle limpide e luccicanti acque del lago. Un velo di foschia, nasconde le suggestive cime, che fanno da cornice ad un quadro di sogno.......Autore del dipinto: Maestro Pietro Sacchero in arte Peke .

 

                                                                             ORNELLA ROSCIO